newsletter
news
20 Giugno 2017 The Student Hotel e CAAB

Delibere adottata dal Consiglio comunale, lunedì 19 giugno 2017.

13 Giugno 2017 Regolamento di classificazione delle strade del territorio comunale

approvata delibera di modifica

05 Giugno 2017 Minuto di silenzio per i fatti di Londra

Seduta di Consiglio comunale del 5 giugno 2017

29 Maggio 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Seduta di lunedì 29 maggio 2017

22 Maggio 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Lunedì 22 maggio 2017

26 Maggio 2017 Trigesimo di Giorgio Guazzaloca

Seduta solenne del Consiglio comunale venerdì 16 maggio 2017

15 Maggio 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Seduta di lunedì 15 maggio 2017

09 Maggio 2017 Adesione all'iniziativa “M'illumino d'Erasmus”

Illuminazione in blu e giallo del Palazzo del Podestà, Festa dell'Europa - 9 maggio 2017

09 Maggio 2017 Contratto di sindacato dei soci pubblici di Hera dell'area di Bologna

Delibera approvata dal Consiglio comunale lunedì 8 maggio 2017.

08 Maggio 2017 Commercio su aree pubbliche

Delibera approvata in Consiglio comunale

24 Aprile 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Seduta di lunedì 24 aprile 2017

19 Aprile 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Seduta di mercoledì 19 aprile 2017.

11 Aprile 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Seduta di lunedì 10 aprile 2017

11 Aprile 2017 Solidarietà ai lavoratori della ex BredaMenarini e sollecito dell'attuazione di un piano industriale di rilancio dell'azienda

Unanime adozione di odg dell'Ufficio di Presidenza in Consiglio comunale.

10 Aprile 2017 Ricordo delle vittime dei recenti attentati

Minuto di silenzio del Consiglio comunale lunedì 10 aprile 2017

03 Aprile 2017 Vietata la pubblicità di giochi con vincita in denaro vicino alle scuole

Unanime adozione ed immediata esecutività della delibera di Consiglio del 3 aprile 2017

03 Aprile 2017 Archiginnasio d'oro alla memoria di Giorgio Ghezzi

Unanime approvazione in Consiglio comunale lunedì 3 aprile 2017

03 Aprile 2017 Fermata linea 11 e Programma Lavori Pubblici

Ulteriori delibere approvate in Consiglio il 3 aprile 2017

03 Aprile 2017 Ricordo di Arcangelo Caparrini e Davide Fabbri

Minuto di silenzio del Consiglio comunale

23 Marzo 2017 Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie

Seduta solenne del Consiglio comunale il 24 marzo 2017.

21 Marzo 2017 BolognaFiere, mediazione linguistico-culturale, bike-sharing

Delibere approvate in Consiglio comunale il 20 marzo 2017

16 Marzo 2017 In ricordo di Marzo Biagi

Seduta solenne Consiglio comunale il 17 marzo 2017

14 Marzo 2017 Via libera alla delibera sulla gara per il Piano sosta

approvato in Consiglio comunale il 13 marzo 2017

09 Marzo 2017 Giornata Internazionale della Donna

Consiglio solenne venerdì 10 marzo 2017

07 Marzo 2017 Delibere approvate - Istituzione Educazione e Scuola

Consiglio comunale del 6 marzo 2017

27 Febbraio 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Seduta di lunedì 27 febbraio 2017

20 Febbraio 2017 Ampliamento struttura sportiva comunale

Delibera approvata in Consiglio comunale lunedì 20 febbraio 2017

14 Febbraio 2017 Condanna epdisodi di violenza Università e Scuole Carracci

Consiglio comunale del 13 febbraio 2017

14 Febbraio 2017 Servizi educativo-assistenziali per il triennio 2017-2020

Delibera approvata in Consiglio comunale

07 Febbraio 2017 Archiginnasio d'Oro al Prof. emerito Vincenzo Balzani

Cerimonia di consegna il 15 febbraio 2017

07 Febbraio 2017 Eletti i membri Comitato dei garanti

Consiglio comunale del 6 febbraio 2017

10 Febbraio 2017 Giorno del Ricordo

Seduta solenne del Consiglio comunale, venerdì 10 febbraio 2017

31 Gennaio 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Seduta di lunedì 30 gennaio 2017

31 Gennaio 2017 Solidarietà ai lavoratori della Bird Logistic - in appalto all'azienda Mondo Convenienza

Emendamento Gruppo PD approvato all'unanimità in Consiglio.

30 Gennaio 2017 Ricordo del professor Renzo Canestrari

Intervento di Luisa Guidone e minuto di silenzio in Consiglio

24 Gennaio 2017 Servizio sociale territoriale unitario

Dalibera approvata in Consiglio il 23 gennaio 2017

20 Gennaio 2017 Giornata della Memoria

Seduta solenne del Consiglio comunale il 26 gennaio 2017

17 Gennaio 2017 Giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato

Seduta solenne mercoledì 18 gennaio 2017

16 Gennaio 2017 Ricordo del pittore Wolfango e del partigiano Mario Anderlini

Minuto di silenzio in Consiglio comunale 

17 Gennaio 2017 Solidarietà a Barbara Spinelli e maggiore risorse per gli uffici giudiziari ed il Tribunale dei Minorenni

Unanime approvazione di due odg in Consiglio comunale

10 Gennaio 2017 Archiginnasio d'Oro a Balzani, imposta di soggiorno e car-sharing

Delibere approvate in Consiglio comunale il 9 gennaio 2017

22 Dicembre 2016 Soldarietà con la città di Berlino

Minuto di silenzio del Consiglio comunale

19 Dicembre 2016 Archiginnasio d'Oro a Vincenzo Balzani

Unanime decisione del Consiglio comunale

12 Dicembre 2016 Delibere approvate in Consiglio comunale

seduta del 12 dicembre 2016

12 Dicembre 2016 Rifugio del cane e del gatto a Trebbo di Reno

Udienza conoscitiva richiesta da Elena Leti

07 Dicembre 2016 Delibere approvate in Consiglio comunale

seduta del 5 dicembre 2016

07 Dicembre 2016 Giornata mondiale contro l'AIDS, azioni di prevenzione e contrasto alle discriminazioni

Udienza conoscitiva richiesta da Federica Mazzoni

07 Dicembre 2016 Il turismo e le persone disabili

Udienza conoscitiva richiesta da Marco Lombardo

29 Novembre 2016 Delibere approvate in Consiglio comunale

seduta del 28 novembre 2016

23 Novembre 2016 Violenza contro le donne, un problema di salute pubblica

Udienza conoscitiva promossa da Maria Caterina Manca

16 Novembre 2016 Economia e redditi di Bologna metropolitana

Udienza conoscitiva promossa da Roberto Fattori

08 Aprile 2016 Oltre la città presente. Cinque anni di lavoro per rilanciare Bologna.

Newsletter del gruppo Pd al Consiglio comunale di Bologna

Commissioni consiliari
richieste, suggerimenti e segnalazioni

Il gioco d'azzardo, dall'illusione alla realta'

Consiglio comunale del 7 novembre 2016

Correlati
Dalla nuova legge regionale più forza al contrasto di slot e gioco d'azzardo

Benedetto Zacchiroli interviene in Consiglio

Contrastare il gioco d'azzardo

A favore di prevenzione e contrasto alla patologia da gioco, per la salute e il benessere sociale. L'odg presentato dalla consigliera comunale PD Mariaraffaella Ferri é stato approvato all'unanimità.

Gioco d'azzardo e regolamento di polizia urbana

Rossella Lama sulle misure adottabili dal Comune

Gioco d'azzardo, sensibilizzare i cittadini

Benedetto Zacchiroli in Aula

Contro le mafie, seguire le trasformazioni dell'economia e gli appalti pubblici

Rossella Lama e l'attività di contrasto all'illegalità della Commissione Attività Produttive

Intervento d'inizio seduta di Elena Leti:


Lungo la via Emilia, nel tratto compreso tra Porta San Felice e via Malvasia, sono sorti in questi ultimi anni diversi punti di gioco e di scommesse. Percorrendo questo breve tratto di strada si contano numerose sale gioco, sale scommesse ippiche e circoli privati, così come in Piazza dei Martiri e in altre tantissime parti della città. In Italia il fenomeno del gioco d’azzardo “legalizzato”, ha avuto negli ultimi anni un andamento esponenziale, configurandosi come la terza industria italiana in termini di fatturato ed ha raggiunto costi sociali e personali ormai insopportabili, compresa la rovina di tante persone. La crisi economica non frena questo fenomeno, anzi ne diventa moltiplicatrice, aumentando l’impoverimento di molte famiglie.

Quasi 90 miliardi di euro di fatturato, il 4% del prodotto interno lordo (PIL) nazionale, il 15% del mercato europeo del gioco d’azzardo, 4,4% del fatturato mondiale. Sul nostro territorio nazionale sono presenti 400.000 slot-machine, 6.181 locali e agenzie autorizzati, 15 milioni di giocatori abituali, circa 800.000 giocatori affetti da ludopatia, da 2 a 3 milioni di giocatori a rischio patologico, questi sono solo alcuni numeri che riguardano il nostro paese. L’offerta dei giochi d’azzardo è in continuo aumento, un’offerta lecita, pensata per soddisfare le esigenze di un vasto pubblico diversificato per età,ceto sociale e culturale. L’enorme business di questo settore permette inoltre numerosi investimenti anche in campo pubblicitario, attraverso sponsorizzazioni commerciali seducenti e di grande forza pervasiva che inducono il consumatore a pensare che la vincita è a portata di mano. Non si vuole ridimensionare l’importanza del gioco inteso come momento ludico e come elemento intrinseco nello sviluppo sociale, culturale e psicologico dell’individuo, ma si vuole porre l’attenzione sugli aspetti patologici del gioco d’azzardo compulsivo, che sfociano in una vera e propria dipendenza. L’Organizzazione Mondiale della Sanità riconosce nel gioco d’azzardo compulsivo una forma morbosa che presenta tutti i caratteri della malattia. Il numero di persone che dilapidano il proprio patrimonio e quello della propria famiglia nel gioco e che si rivolgono al sostegno dell'assistenza pubblica, è in aumento, determinando una vera e propria emergenza sociale.

Attraverso l’analisi di alcuni dati si rileva la diffusione del gioco d’azzardo nelle fasce più deboli e fragili della società. Giocano maggiormente i cassaintegrati e chi ha lavori saltuari, chi ha una minore scolarizzazione. Giocano, ormai è accertato molti adolescenti ma anche i bambini.

Il gioco d’azzardo tuttavia, non incide solo sui costi sanitari, sociali e relazionali, ma foraggia la criminalità organizzata, il riciclaggio e l’usura. Molte inchieste della magistratura ed alcune indagini economiche evidenziano che il business del gioco d’azzardo costituisce un interesse specifico di infiltrazione delle grandi organizzazioni criminali, il quale a sua volta alimenta il gioco illegale.

Il gioco d’azzardo non è legale e viene punito attraverso 6 articoli del Codice Penale. La legge non punisce solo chi organizza giochi d’azzardo ma anche chi vi partecipa definendo in maniera molto chiara cos’è il gioco d’azzardo e le case da gioco.

L’intero comparto dei giochi è regolato dallo Stato attraverso l’Amministrazione Autonoma Monopoli di Stato. Le amministrazioni locali sono prive al momento di strumenti normativi atti a programmare la gestione e il funzionamento delle sale gioco e ogni altro luogo ove si pratichi il gioco d’azzardo. Spesso gli interventi regionali e locali sono a rischio illegittimità.

Ma cosa è stato fatto fino ad ora sul nostro territorio. La regione Emilia Romagna il 4 luglio 2013 ha approvata una legge con l’obiettivo di promuovere interventi di contrasto e riduzioni del rischio sulla dipendenza dal gioco d’azzardo. In particolare prevede la possibilità da parte dei comuni di poter disciplinare in materia di localizzazioni, elementi architettonici, strutturali e dimensionali delle sale giochi.

Nel 2015 il Comune di Bologna, ha introdotto nel RUE ( Regolamento Urbanistico Edilizio ) Art 32, una distanza minima di 1000 metri tra la sala gioco e qualsiasi luogo sensibile.

Qualche giorno fa, il 26 ottobre 2016 la regione Emilia Romagna ha pubblicato una legge la n. 18 “Testo unico per la promozione della legalità e per la valorizzazione della cittadinanza e della economia responsabile”,che va a vietare l'esercizio delle sale gioco o delle sale scommesse e l'installazione di apparecchi per il gioco in locali che si trovano ad una distanza inferiore ai 500 metri dai luoghi sensibili, intendendo per luoghi sensibili quelli indicati nel decreto Balduzzi, (istituti di istruzione primaria o secondaria, strutture sanitarie e ospedaliere luoghi di culto e centri sociali e ricreativi e sportivi) Inoltre dove all'art.18 si parla esplicitamente degli interventi volti alla prevenzione dell'usura connessa al gioco d'azzardo patologico.

Ora cosa possiamo ancora fare. Continuare nell'opera di sensibilizzazione dei cittadini sui rischi del gioco, attraverso un lavoro capillare nelle scuole e nei luoghi di aggregazione giovanile; Sensibilizzare tutte le Istituzioni sulla gravità dell'impatto sociale del gioco; Stimolare e sostenere l'adozione di provvedimenti amministrativi e legislativi in materia.

Occorre restituire potere decisionali alle comunità locali, attraverso una legge quadro nazionale, che ne disciplini tutti gli aspetti più problematici. Autorizzazioni, regime delle concessioni,sanzioni penali e amministrative, prelievo fiscale, lotta al reciclaggio, cura del gioco d'azzardo patologico. Il parere delle comunità locali dovrebbe essere vincolante rispetto all’ accesso da parte dei minori, alle distanze dai luoghi sensibili (come scuole, luoghi di culto, aree sportive ) agli orari di aperutra e chiusura,alle varie forme di pubblicità. Inoltre sarebbe auspicabile promuovere comportamenti virtuosi attraverso diverse forme di incentivazione, esempio abbassamento della tassazione per i locali no slot.

In conclusione occorre un grande investimento, un approccio prima di tutto culturale, che contrasti l'idea di poter cercare successo nell'azzardo, ma che sia invece l'impegno personale, il merito e il lavoro a creare sviluppo individuale e sociale.