newsletter
news
20 Giugno 2017 The Student Hotel e CAAB

Delibere adottata dal Consiglio comunale, lunedì 19 giugno 2017.

13 Giugno 2017 Regolamento di classificazione delle strade del territorio comunale

approvata delibera di modifica

05 Giugno 2017 Minuto di silenzio per i fatti di Londra

Seduta di Consiglio comunale del 5 giugno 2017

29 Maggio 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Seduta di lunedì 29 maggio 2017

22 Maggio 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Lunedì 22 maggio 2017

26 Maggio 2017 Trigesimo di Giorgio Guazzaloca

Seduta solenne del Consiglio comunale venerdì 16 maggio 2017

15 Maggio 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Seduta di lunedì 15 maggio 2017

09 Maggio 2017 Adesione all'iniziativa “M'illumino d'Erasmus”

Illuminazione in blu e giallo del Palazzo del Podestà, Festa dell'Europa - 9 maggio 2017

09 Maggio 2017 Contratto di sindacato dei soci pubblici di Hera dell'area di Bologna

Delibera approvata dal Consiglio comunale lunedì 8 maggio 2017.

08 Maggio 2017 Commercio su aree pubbliche

Delibera approvata in Consiglio comunale

24 Aprile 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Seduta di lunedì 24 aprile 2017

19 Aprile 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Seduta di mercoledì 19 aprile 2017.

11 Aprile 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Seduta di lunedì 10 aprile 2017

11 Aprile 2017 Solidarietà ai lavoratori della ex BredaMenarini e sollecito dell'attuazione di un piano industriale di rilancio dell'azienda

Unanime adozione di odg dell'Ufficio di Presidenza in Consiglio comunale.

10 Aprile 2017 Ricordo delle vittime dei recenti attentati

Minuto di silenzio del Consiglio comunale lunedì 10 aprile 2017

03 Aprile 2017 Vietata la pubblicità di giochi con vincita in denaro vicino alle scuole

Unanime adozione ed immediata esecutività della delibera di Consiglio del 3 aprile 2017

03 Aprile 2017 Archiginnasio d'oro alla memoria di Giorgio Ghezzi

Unanime approvazione in Consiglio comunale lunedì 3 aprile 2017

03 Aprile 2017 Fermata linea 11 e Programma Lavori Pubblici

Ulteriori delibere approvate in Consiglio il 3 aprile 2017

03 Aprile 2017 Ricordo di Arcangelo Caparrini e Davide Fabbri

Minuto di silenzio del Consiglio comunale

23 Marzo 2017 Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie

Seduta solenne del Consiglio comunale il 24 marzo 2017.

21 Marzo 2017 BolognaFiere, mediazione linguistico-culturale, bike-sharing

Delibere approvate in Consiglio comunale il 20 marzo 2017

16 Marzo 2017 In ricordo di Marzo Biagi

Seduta solenne Consiglio comunale il 17 marzo 2017

14 Marzo 2017 Via libera alla delibera sulla gara per il Piano sosta

approvato in Consiglio comunale il 13 marzo 2017

09 Marzo 2017 Giornata Internazionale della Donna

Consiglio solenne venerdì 10 marzo 2017

07 Marzo 2017 Delibere approvate - Istituzione Educazione e Scuola

Consiglio comunale del 6 marzo 2017

27 Febbraio 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Seduta di lunedì 27 febbraio 2017

20 Febbraio 2017 Ampliamento struttura sportiva comunale

Delibera approvata in Consiglio comunale lunedì 20 febbraio 2017

14 Febbraio 2017 Condanna epdisodi di violenza Università e Scuole Carracci

Consiglio comunale del 13 febbraio 2017

14 Febbraio 2017 Servizi educativo-assistenziali per il triennio 2017-2020

Delibera approvata in Consiglio comunale

07 Febbraio 2017 Archiginnasio d'Oro al Prof. emerito Vincenzo Balzani

Cerimonia di consegna il 15 febbraio 2017

07 Febbraio 2017 Eletti i membri Comitato dei garanti

Consiglio comunale del 6 febbraio 2017

10 Febbraio 2017 Giorno del Ricordo

Seduta solenne del Consiglio comunale, venerdì 10 febbraio 2017

31 Gennaio 2017 Delibere approvate in Consiglio comunale

Seduta di lunedì 30 gennaio 2017

31 Gennaio 2017 Solidarietà ai lavoratori della Bird Logistic - in appalto all'azienda Mondo Convenienza

Emendamento Gruppo PD approvato all'unanimità in Consiglio.

30 Gennaio 2017 Ricordo del professor Renzo Canestrari

Intervento di Luisa Guidone e minuto di silenzio in Consiglio

24 Gennaio 2017 Servizio sociale territoriale unitario

Dalibera approvata in Consiglio il 23 gennaio 2017

20 Gennaio 2017 Giornata della Memoria

Seduta solenne del Consiglio comunale il 26 gennaio 2017

17 Gennaio 2017 Giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato

Seduta solenne mercoledì 18 gennaio 2017

16 Gennaio 2017 Ricordo del pittore Wolfango e del partigiano Mario Anderlini

Minuto di silenzio in Consiglio comunale 

17 Gennaio 2017 Solidarietà a Barbara Spinelli e maggiore risorse per gli uffici giudiziari ed il Tribunale dei Minorenni

Unanime approvazione di due odg in Consiglio comunale

10 Gennaio 2017 Archiginnasio d'Oro a Balzani, imposta di soggiorno e car-sharing

Delibere approvate in Consiglio comunale il 9 gennaio 2017

22 Dicembre 2016 Soldarietà con la città di Berlino

Minuto di silenzio del Consiglio comunale

19 Dicembre 2016 Archiginnasio d'Oro a Vincenzo Balzani

Unanime decisione del Consiglio comunale

12 Dicembre 2016 Delibere approvate in Consiglio comunale

seduta del 12 dicembre 2016

12 Dicembre 2016 Rifugio del cane e del gatto a Trebbo di Reno

Udienza conoscitiva richiesta da Elena Leti

07 Dicembre 2016 Delibere approvate in Consiglio comunale

seduta del 5 dicembre 2016

07 Dicembre 2016 Giornata mondiale contro l'AIDS, azioni di prevenzione e contrasto alle discriminazioni

Udienza conoscitiva richiesta da Federica Mazzoni

07 Dicembre 2016 Il turismo e le persone disabili

Udienza conoscitiva richiesta da Marco Lombardo

29 Novembre 2016 Delibere approvate in Consiglio comunale

seduta del 28 novembre 2016

23 Novembre 2016 Violenza contro le donne, un problema di salute pubblica

Udienza conoscitiva promossa da Maria Caterina Manca

16 Novembre 2016 Economia e redditi di Bologna metropolitana

Udienza conoscitiva promossa da Roberto Fattori

08 Aprile 2016 Oltre la città presente. Cinque anni di lavoro per rilanciare Bologna.

Newsletter del gruppo Pd al Consiglio comunale di Bologna

Commissioni consiliari
richieste, suggerimenti e segnalazioni

I giovani e quel vuoto di futuro a cui porre rimedio

Consiglio comunale del 5 dicembre 2016

Allegati

L'intervento di inizio seduta della consigliera Federica Mazzoni durante il Consiglio comunale di luned' 5 dicembre 2016 sui fenomeni di disugualianza, frammentazione e disorientamento e la necessità di riavvicinarsi alle generazioni più giovani.

Questa settimana i giovani sono stati al centro del dibattito pubblico grazie all'ultimo Rapporto del CENSIS che ci rende la fotografia di un'Italia che si sorregge su una sorta di "continuismo privo di prospettive", dove chi può vive sfruttando in maniera attiva il patrimonio e senza investire. Ma appare evidente che non tutti sono in grado di vivere di rendita, ad esempio non possono permetterselo i giovani. Le famiglie con componenti di riferimento al di sotto dei 35 anni hanno un reddito inferiore del 15,1% rispetto alla media della popolazione e una ricchezza inferiore del 41%. Al contrario la ricchezza degli anziani è cresciuta e la maggioranza di loro si rende conto che i propri nipoti vivranno peggio di loro. Il punto è che i nipoti già stanno vivendo peggio e i loro comportamenti sono consequenziali a una situazione di incertezza e precarietà endemica: i Millenials sono per l'80,6% celibi o nubili (10 anni fa erano il 71,4%), i coniugati sono il 19,4% (10 anni fa erano il 28,1%). Non è che i giovani siano contrari al matrimonio per principio, ma pensano in larga parte che prima sia indispensabile avere terminato gli studi, ottenere un lavoro e un reddito stabili, dei risparmi accantonati. Rughe e capelli bianchi è altamente probabile arrivino prima.

Ripenso poi alla "ricerca "Giovani in lista d'attesa. Le giovani generazioni e il lavoro a Bologna: realtà e aspettative", presentata lo scorso ottobre e promossa dalla Fondazione Gramsci Emilia-Romagna, curata da Matilde Callari Galli e pubblicata da Pendragon. In qualità di Presidente della Commissione VI proporrò un approfondimento dedicato, perché la ritengo molto interessante: condotta nel 2015, ha coinvolto circa 700 giovani bolognesi dai 18 ai 34 anni. Una ricerca che dimostra come nella nostra città si stia certamente ancora meglio rispetto ad altre zone d'Italia (per esempio la percentuale di cosiddetti Neet, ovvero i giovani che non studiano, non lavorano e non sono in formazione è dell'11%, dato che è un terzo rispetto ad alcune aree del sud), ma che tuttavia ci mostra quanto sia reale il vuoto di futuro per moltissimi e moltissime giovani bolognesi, di come molti non conoscano -e quindi non rivendichino- i propri diritti sul lavoro. Desta preoccupazione come nella fascia più adulta, tra i 30 e i 34 anni, ben il 30% viva ancora con i genitori per difficoltà economiche e si capisce bene, allora anche il recente dato del tracollo delle nascite registrato in tutta Italia nei primi sei mesi del 2016.

In uno degli ultimi studi dell'area Programmazione e Statistica del Comune di Bologna diretta dal Dottor Bovini si analizza come sono cambiati i redditi dichiarati a Bologna durante gli anni della crisi; ed emerge che i punti deboli più significativi riguardano «le fasce giovani della popolazione, che hanno perso capacita’ di produrre reddito in modo significativo sia come numero di contribuenti che come redditi medi e mediani». Si è verificato quindi uno spostamento della capacità di produrre reddito nelle fasce sopra i 50 anni e «il prezzo della crisi è stato pagato soprattutto dai contribuenti più giovani»: tanto è vero che dal 2002 al 2013 la quota dei redditi dichiarati dai contribuenti fino a 44 anni è scesa dal 33,7% al 26,2%e che sono spariti 10.000 contribuenti tra i più giovani.

La precarietà, il lavoro povero, quello quasi regolare e l'incapacità di generare reddito sufficiente e adeguato al proprio mantenimento, all'idea di poter progettare una famiglia è qualcosa di molto più doloroso che una tendenza negativa frutto della crisi economica, è l'incapacità di potersi realizzare, autodeterminare dando il proprio contributo alla società nella quale si vive, attraverso un proprio progetto di vita e di lavoro. Queste sono le ferite del nostro tempo alle quali le nuove generazioni sembra quasi si stiano abituando; si tratta dell'emergere di nuovi poveri, proprio in una fascia di popolazione, mediamente più istruita e meno numerosa in termini assoluti, rispetto al passato. Sembra proprio che più si entra nel futuro più si abbia bisogno di risposte per quelle che restano domande primarie nella vita di ciascuno.

A rischio, oltre che i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti, è la tenuta del welfare così come l'abbiamo sempre inteso, dal momento che si paventa come sempre più concreta la mancanza di ingenti quantità di risorse per finanziarlo, mettendo a rischio anche quella coesione sociale che ha sempre contraddistinto il nostro territorio. Ormai l'instabilità rappresenta un dato strutturale in tutti i settori produttivi e gli stessi lavoratori e lavoratrici stanno cambiando la percezione di quelli che devono restare diritti universali, sebbene sempre più spesso siano già percepiti dalle generazioni più giovani come privilegi a cui difficilmente potranno accedere, come conferma la ricerca sopra citata. I cambiamenti del mercato occupazionale, dei modi e degli orari di lavoro sono dei dati di fatto a cui si deve reagire non rinunciando a una buona occupazione, ma sapendo costruire un sistema di garanzie che tenga in considerazione le nuove esigenze che ci sono- non vanno negate o rimosse illudendoci che nulla sia cambiato rispetto a decenni passati- ma costruendo differenti modalità di lavoro e di garanzia.

So bene che gli enti locali non hanno una competenza diretta nella risoluzione di questi problemi che sono frutto di dinamiche complesse, interconnessi con fenomeni di portata sovranazionale e di diversa natura, ma il monito che lancio prima di tutto a me stessa, è che il nostro ruolo politico e istituzionale ci deve obbligare a soffermarci su questi temi, ci deve imporre un ragionamento complessivo per combattere queste disuguaglianze, proprio a partire da Bologna, una città che non può dirsi povera, e che proprio per questo deve avere la forza e la creatività di reagire a fenomeni di frammentazione e disorientamento. Probabilmente questo potrà essere un primo, decisivo passo per riavvicinarsi alle generazioni più giovani.